RUGHE A DIETA

27 Nov

Una pelle giovane si conquista a tavola

 

Con la comparsa delle prime rughe, ognuno di noi  inizia la sua personale perlustrazione nel mondo della cosmesi a caccia della soluzione più adatta ed efficace alle sue esigenze. Ed è così che, da un  giorno all’altro, si finisce sommersi da un mercato che offre centinaia di rimedi alternativi; si vagliano decine di prodotti di marchi più o meno prestigiosi, si sperimentano i consigli delle amiche, si passa senza impaccio dai rimedi delle nonne a quelli delle star, dai cetrioli sugli occhi alle creme costosissime, dagli appiccicosi impacchi fatti in casa alle infiltrazioni di acido ialuronico e botolino, dalle terapie termali a quelle (avanzatissime) con l’ossigeno iperbarico, fino a guardarsi allo specchio e decidere per la via del lifting. Ma prima di correre dal chirurgo estetico, si dovrebbe passare per la tavola…la buona tavola!

Secondo studi recenti, infatti, il segreto per mantenere una pelle giovane e sana sta proprio in una corretta alimentazione. Al contrario, i segni del tempo si fanno impietosi con chi si concede qualche prelibatezza di troppo. Sotto accusa stavolta non sono però né le calorie né il colesterolo. In questo caso, infatti, colpevoli degli effetti devastanti sulla nostra pelle sono gli AGE, che non indicano l’età espressa in inglese (anche questa del resto ha le sue responsabilità nella comparsa delle rughe!), ma l’acronimo di Advanced Glycosilated End products, ovvero prodotti finali di “glicazione avanzata”, veri artefici di molti danni ai tessuti cutanei. Si tratta di tossine generate dal legarsi di alcune proteine con gli zuccheri in circolo nel sangue, secondo quella reazione chimica alla base dell’invecchiamento della pelle, e denominata, appunto, glicazione. Gli AGE introdotti attraverso l’alimentazione si aggiungono a quelli prodotti dall’organismo, accumulandosi nei tessuti e formando “ponti intermolecolari anomali” (cross links) tra le fibre di collagene, che vengone così dannegiate. In pratica i tessuti cutanei diventano meno elastici, la pelle si irrigidisce e le rughe tendono ad accentuarsi.

Alimenti cotti ad alte temperature, troppo zuccherati o troppo elaborati, contenendo una grossa fonte di AGE, si rivelano dunque veri e propri killer per la nostra bellezza. Sul banco degli imputati finiscono così fritture, torte, pasticcini, ma anche carne alla brace e bibite in lattina, tutti colpevoli di “nutrire” le nostre rughe, aumentando di ben cinquanta volte la produzione di radicali liberi.

Non tutti gli zuccheri però sono così nocivi: quelli naturali, come  fruttosio e glucosio, vengono ben assorbiti dall’organismo, che li brucia e li trasforma in energia. Gli zuccheri “cattivi” sono invece quelli raffinati, come lo zucchero bianco e i dolcificanti contenuti per esempio nei dolciumi industriali e nelle bibite “light”. I prodotti diet, infatti, se per un verso ci danno una mano a mantenere la linea, dall’altro sono i primi a tendere lo sgambetto alla nostra pelle, favorendo l’insorgere di macchie e segni del tempo.

Demonizzare il cibo però non serve a nulla, se non ad aggravare i nostri sensi di colpa. Per mantenere una pelle giovane dovremmo quindi imparare a compensare qualche eccesso. La glicazione infatti aumenta se in circolo si trovano molti radicali liberi; per contenerla vanno perciò privilegiati cibi anti-AGE, come pane, pasta, riso (meglio se integrali), legumi, pesce azzurro (tonno, sgombro, sardine), frutta e verdura crude o cotte al vapore, agrumi, tanta acqua per idratare e, a sorpresa, cioccolato e vino rosso (ma senza esagerare!). Il menù antirughe però da solo non basta; deve essere associato a uno stile di vita sano: perciò dite addio a fumo, alcol e nottate da leoni; ma attenzione anche al sole. Se infatti un quarto d’ora al giorno di esposizione alla luce ci tiene al riparo da pericolose carenze di vitamina D, abbrustolirsi sotto i raggi ultravioletti può essere davvero fatale per la nostra pelle.

Per il popolo dei golosi, eternamente in lotta con la bilancia, da oggi c’è dunque una battaglia in più da combattere: quella contro  le rughe.

Giulia Sonnino Mimun

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: